Progetto Pastorale Parrocchiale

Progetto Pastorale Parrocchiale

Progetto Pastorale Parrocchiale

Carissimi,

durante questo anno abbiamo cercato di raccattare i vari momenti di stupore che ci è capitato di vivere nella nostra vita e, come il decimo lebbroso del Vangelo, siamo tornati indietro per rivivere quei momenti e scoprire in essi l’opera di Dio nella nostra vita. Queste le conclusioni che ho tratto:

  1. In quei momenti ho scoperto che Dio si era reso presente nella mia vita e che aveva operato. È stata una scoperta importante: Dio non è mai mancato nella mia vita, anzi ha aperto varchi, sciolto molti nodi, corretto comportamenti, … in una parola, mi ha amato. Ho scoperto una presenza amante.
  2. Questa scoperta mi ha fatto capire che non esistono momenti inutili nella mia esistenza. In tutte le circostanze e in tutti i rapporti, anche i più sfuggevoli, Dio c’era e operava. Così ho riscoperto l’importanza di ogni attimo della mia esistenza, nulla è banale. Spesso ho corso il rischio di togliere importanza a quei momenti, di sprecarli con la mia libertà. Di fronte a questa scoperta non mi rimane che chiedere perdono.
  3. La Presenza del Signore, soprattutto quella che si è resa visibile nelle relazioni, nei rapporti quotidiani è passata sempre attraverso l’incontro con un volto, con una persona ben precisa, concreta, non attraverso un contatto virtuale. è attraverso un volto che Egli si è reso presente, riconoscibile. Delle volte era un volto bello, simpatico, attraente, ma a volte anche un volto sofferente, deturpato, schiacciato dalle preoccupazioni, altre volte un volto apparentemente spensierato, in ricerca di una risposta al senso della propria vita, … Veramente ho scoperto l’opera di Dio che dice: “Facciamo l’uomo a nostra immagine, secondo la nostra somiglianza: … E Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò” (Gen 1,26-27). È nel volto del fratello che ho incontrato e riconosciuto Dio.
  4. Di conseguenza il cammino che stiamo facendo ben si colloca nella linea indicata dal nostro Vescovo per il nuovo anno pastorale. Egli chiede a tutta la Chiesa diocesana di mettersi alla ricerca del volto del Signore in ogni situazione della vita. La recente Settimana della Bellezza è stata il primo gesto comune di ricerca.
  5. Ecco i motivi per cui quest’anno desidero, con don Marco, Marcello e con tutti voi, andare alla ricerca del volto di Dio nel nostro quotidiano.
  6. Continueremo ad avere uno sguardo particolare sui nostri giovani. Dobbiamo imparare ad ascoltarli, a dar loro spazio nella nostra vita e nella nostra parrocchia.

Mettiamo il nostro cammino sotto la protezione di Maria, che ha fissato ed amato il volto di Gesù bambino, adolescente, giovane e uomo maturo fino a contemplarlo offeso e crocifisso, ma sicuramente anche risorto. Ci aiuti Lei e ci renda capaci di scoprire il volto del Signore nei fratelli che incontriamo.

Buona cammino.

Scarica il Progetto pastorale parrocchiale 2018-19

Comments are closed.