La Chiesa

La Chiesa

La prima pietra della Chiesa dedicata a Maria Ss. Addolorata è stata benedetta il 19 settembre del 1969 da S.E. Mons. Primo Gasbarri, Amministratore Apostolico di Grosseto.

Durante la solenne cerimonia venne chiusa e posta nella prima pietra, come da tradizione, una pergamena commemorativa dell’evento.

Su tale pergamena era scritto:

Il 18 settembre 1969, settimo del Pontificato del Santo Padre Paolo VI, Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Primo Gasbarri, Vescovo Titolare di Tennero, Amministratore Apostolico della Diocesi di Grosseto, sede plena, alla presenza del Prefetto della Provincia, Sua Eccellenza dott. Felice Marchionni, delle pubbliche Autorità, circondato dai sacerdoti del luogo e da moltissimi fedeli, consacrò, secondo il rito, la prima pietra di questa chiesa parrocchiale eretta in onore di Maria Santissima Addolorata, verso la quale, anche nel passato, il popolo di Grosseto ebbe grande venerazione.

La costruzione, realizzata sul progetto dell’Architetto Carlo Boccianti, venne eseguita dall’Impresa Fratelli Egisti di Grosseto con il contributo del consorzio Bonifica Grossetana, che si assunse l’onere tecnico e finanziario, dell’Ente Maremma e del Genio Civile di Grosseto.

Nella cerimonia di consacrazione, presieduta da S.E. mons. Giovanni Benelli, Sostituto della Segreteria di Stato della Santa Sede, Sua Eminenza tratteggio così le caratteristiche della Chiesa:

  • Casa di Dio – Con la consacrazione tutti gli elementi strutturali che non differiscono in nulla da tutti gli altri edifici diventano elementi di un luogo sacro;
  • Casa della Parola di Dio – Luogo nel quale verrà proclamata la Parola del Signore;
  • Casa dei Figli di Dio – Casa dei parrocchiani, luogo nel quale vivranno i più importanti momenti della loro vita e dove poter ritrovare la pace e il perdono di Dio;
  • Casa spirituale – Luogo nel quale formare profondamente le coscienze;
  • Immagine della città che attendiamo – La Gerusalemme celeste.

In quell’occasione fu posta anche la lapide ricordo nella parete di destra della Chiesa, presso la porta di ingresso.

Nella lapide si legge:

“Mons. Giovanni Benelli, Arciv. Tit. di Tusuro, Sostituto del Cardinale Segretario di Stato, il 20 giugno 1971 ha solennemente benedetto e consacrato questo tempio dedicato alla Vergine Addolorata – Hanno reso più solenne il rito con la loro devota presenza, Mons. Primo Gasbarri, Amministratore Apostolico di Grosseto, molto clero e numerosi fedeli – Il tempio e la contigua casa canonica sono stati costruiti a cura dell’Ente Bonifica grossetana e a spese del Ministero dell’Agricoltura e foreste – L’elegante progetto dell’Architetto Carlo Boccianti è stato egregiamente realizzato dalla Ditta fratelli Egisti.”

La Chiesa

Comments are closed.